Monterosi, Mariotti: "Vittoria meritata. Il Latina deve dimenticare che due anni fa giocava in B"

di Matteo Ferri
Vedi letture
Foto

La conferenza stampa del tecnico del Monterosi, Marco Mariotti, a margine del successo della sua squadra contro il Latina nella quinta giornata di ritorno del Girone G di Serie D.

Vittoria netta?
Buona gara, abbiamo iniziato con un palo clamoroso del Latina e non dobbiamo dimenticare che un po'di fortuna fa sempre bene. Non ho nulla da dire ai ragazzi, già contro la Torres ho visto che la squadra era viva e oggi hanno fatto quello che gli avevo chiesto, controllando la partita. Il Latina mi è sembrato un po'remissivo, anche se il blasone è importante. Noi continuiamo nel nostro processo di crescita.

Monterosi che dà un segnale importante in chiave playoff.
Noi dobbiamo dare un segnale importante prima di tutto a noi. Con la Torres abbiamo fatto una buona partita e Sassari è un campo ostico. Oggi abbiamo fallito qualche palla gol, ma ci godiamo il risultato, anzi, me la godo da solo perché non voglio nessuno sul carro dei vincitori. Abbiamo già superato i punti del Monterosi dell'anno scorso, questo significa che abbiamo costruito qualcosa di migliore rispetto all'anno scorso.

Esordio per De Maio in porta.
Frasca non è di questa categoria, per cui qualsiasi giocatore che abbia il coraggio di confrontarsi con lui va stimato. Tanti ragazzi non sono venuti qui per non soffrire la concorrenza di Frasca. La squadra gli ha dato sicurezza, non lo esaltiamo perché ha fatto il suo.

Trastevere e Avellino hanno perso punti.
Le insidie ce le abbiamo noi come gli altri. Il campionato è equilibrato, ogni partita è difficile e le partite possono girare con un solo episodio. La mia soddisfazione è aver dato un gioco al Monterosi.

Il Latina?
Prima di tutto il Latina ha giocatori importanti, un allenatore importante e una piazza importante, come hanno dimostrato oggi portando tanti tifosi qui a Monterosi, nonostante il momento poco felice. Ci sono annate che non vanno bene, l'unico consiglio che gli posso dare è di dimenticarsi che due anni fa giocavano in B perché ogni categoria ha i suoi giocatori e i suoi allenatori. Sono sicuro che tra due o tre anni il Latina tornerà a fare le categorie che merita, così come l'Avellino.


Altre notizie
Mercoledì 1 Maggio
Martedì 16 Aprile
Venerdì 12 Aprile