Anzio, Greco: "Onoriamo il campionato. Con due innesti a novembre ci saremmo salvati"

di Matteo Ferri
Vedi letture
Foto

La conferenza stampa dell'allenatore dell'Anzio, Gaetano Greco, al termine della sconfitta contro il Latina nella trentaseiesima giornata del Girone G di Serie D.

Abbiamo visto un Anzio sceso in campo con la testa libera ma ben motivato. Come ha fatto?
La situazione è difficile ma ho un gruppo di uomini, dal primo all'ultimo. Durante la settimana ci alleniamo con grande voglia e grande rispetto, per onorare questo campionato fino alla fine. Io ho voglia di crescere, lavorare e insegnare calcio e la bandiera bianca non la alzerò mai. Per noi è stato un anno strano, stupido, con cambiamenti dirigenziali che hanno complicato tutto.

Ripartirebbe da Anzio?
Io amo questo mestiere, lo faccio da otto anni, a nord come a sud. Io sono qui per lavorare, in qualsiasi categoria, però ci deve essere programmazione e una società coesa , con voglia di investire e far crescere i giovani.

Con una gestione diversa, come sarebbe andata la stagione dell'Anzio?
Lo dico con grande sincerità, questa è una discreta squadra. A novembre ci dovevano essere solo due innesti, una punta e un centrocampista. In quel modo, sono sicuro, ci saremmo salvati.

Senza i due passaggi a vuoto in porta ci sarebbe stato un risultato diverso.
Il portiere è un ruolo particolare ma Trombetta è un 2001 e ha qualità impressionanti. Ne parlai con Cervone e mi disse che aveva visto in lui un giocatore di prospettiva. Forse è stato tradito dallo stadio, dall'emozione, ma sono errori che ci possono stare in un percorso di crescita.


Altre notizie
Mercoledì 1 Maggio
Martedì 16 Aprile
Venerdì 12 Aprile